Brunello Cucinelli

Brunello Cucinelli e il suo capitalismo etico: l’imprenditorialità concepita per rendere il lavoro più umano

Brunello Cucinelli ha fondato la sua casa di moda, nota in tutto il mondo per la produzione di pregiata maglieria in cashmere, nel 1978 a Solomeo, piccolo borgo medioevale nella provincia di Perugia. L’azienda ricopre un ruolo di spicco tra le realtà internazionali del settore lusso. Oltre alla produzione in cashmere, ha realizzato diverse collezioni femminili e maschili di total look, dal vestiario agli accessori, e dato vita a una rete di boutique di proprietà dell’azienda in tutti i continenti.

Ciò che ha reso famoso Brunello Cucinelli, e l’azienda con lui, agli inizi del suo percorso imprenditoriale è stata la scelta di produrre maglioni in cashmere colorati, scelta ai tempi inusuale e innovativa. Oggi l’azienda ha circa 1.400 dipendenti in oltre 50 paesi ed è quotata in borsa; oltre che per i capi di abbigliamento e gli accessori, è nota per la particolare filosofia adottata dal suo fondatore e dirigente. Brunello Cucinelli, infatti, opta da sempre per un modus operandi che attribuisce al lavoro un valore non solo economico, bensì etico e umano al tempo stesso.

Brunello Cucinelli è nato a Castel Rigone, in provincia di Perugia, nel 1953 da una famiglia di tradizione contadina. Dopo aver interrotto gli studi universitari ha fondato, nel 1978, l’impresa che porta il suo nome e che da subito è diventata famosa per l’intuizione di colorare il cashmere.

Il sogno di creare lavoro nel rispetto della dignità dell’uomo lo accompagna fin da ragazzo ed è una componente fondamentale della sua filosofia di vita e per il successo dell’azienda.

Ha ricevuto la laurea magistrale honoris causa in Filosofia ed Etica delle Relazioni dall’Università degli Studi di Perugia, e altri numerosi riconoscimenti in campo artistico, imprenditoriale e del settore moda.

For  More Info

BrunelloCucinelliWebSite

Condividi

Brunello Cucinelli

  • Client:Brunello Cucinelli SpA
  • Categories:
  • Condividi